Finale per la 4×400 azzurra a Nassau (Bahamas)

Il quartetto del miglio femminile (Bazzoni, Spacca, Bonfanti, Grenot) guadagna l’accesso alla finale delle Staffette Mondiali con 3:30.67.

Missione compiuta per la staffetta 4×400 azzurra alle World Relays di Nassau, Bahamas. Il quartetto composto da Chiara Bazzoni, Maria Enrica Spacca, Elena Bonfanti, e Libania Grenot si qualifica per la finale, correndo il turno eliminatorio in 3:30.67, crono non particolarmente esaltante ma sufficiente per la promozione.

4x400_bazzoni-spacca-bonfanti

Terzo posto per le ragazze italiane nella propria semifinale, al termine di una gara contrassegnata da alcuni colpi di scena; fin dal via, quando una delle formazioni favorite, la Russia, non si presenta alla partenza, liberando virtualmente un posto per l’accesso alla finale. La Nigeria parte forte, scavando immediatamente un margine molto netto tra sé e le avversarie, mentre un altro dei quartetti di primo piano, Bahamas, finisce quasi subito fuori dal gioco perdendo il testimone; Maria Enrica Spacca ed Elena Bonfanti guadagnano posizioni dopo la prima frazione di Chiara Bazzoni, consegnando il bastoncino a Libania Grenot in seconda piazza. L’ultima frazionista azzurra corre un giro piuttosto controllato, finendo per essere superata nella retta finale dalla portacolori del Brasile; Nigeria prima in 3:27.07, Brasile secondo (3:30.37), Italia terza, e qualificata di diritto alla finale, 3:30.67. Nell’altra semifinale, Stati Uniti molto convincenti (3:23.84 con un quartetto nel quale spicca anche la presenza di Sanya Richards-Ross), davanti a Giamaica, e Gran Bretagna; in scia, guadagnano la finale, in virtù dei tempi, anche Polonia (3:27.37) e Francia (3:28.93). Per l’Italia, dunque, ottavo tempo complessivo di qualificazione alla finale, in programma nella notte tra domenica e lunedì.

Articolo liberamente tratto da: http://www.fidal.it/

Lascia un Commento