Ciclismo, al memorial Fumagalli vittoria del veneto Collodel

Castello di Brianza (LC) – Il veneto Matteo Collodel ha vinto il 10° Memorial Angelo Fumagalli a Castello di Brianza, classica del calendario nazionale Elite e Under 23 corsa sulle strade del Lecchese.

POTENTE E PREPOTENTE. Sprint potente e prepotente sul traguardo in leggera salita dove il trevigiano di Colle Umberto del Team Idea 2010, classe 1988, è andato ad annullare l’attacco sferrato da Alfredo Balloni (Nankang – Fondriest) a poche centinaia di metri dall’arrivo e ha vinto a braccia alzate. Secondo Alberto Cecchin della Marchiol e terzo Davide Martinelli del Team Colpack (nella foto Soncini, il podio).

Podio

DECENNALE DELLA CORSA. Al via 136 corridori per l’edizione del decennale di questa prestigiosa corsa organizzata dalla Polisportiva Castello Brianza e dalla famiglia Fumagalli. Il percorso proponeva 4 giri di un circuito di 28 chilometri con la salita di Sirtori e quella più impegnativa di Brianzola (15%) dove, ad ogni passaggio era in programma un traguardo Gpm. Dopo il quarto passaggio sotto il traguardo di Castello di Brianza un giro conclusivo di 20 chilometri.

L’AZIONE PIU’ IMPORTANTE. Prime fasi di corsa piuttosto controllate. Vari attacchi ma nessuno riesce a prendere il largo. Dopo i primi tentativi ci provano in tandem il bielorusso Stanislau Bazhkou (Fiscal Office) e Lorenzo Trabucco (Nankang – Fondriest), ma il loro tentativo è annullato a 50 km dal traguardo. A questo punto nasce l’azione più importante della giornata: davanti si forma un quartetto con Alberto Amici(M.I. Impianti), Marco Padovan (Cerone), Davide Orrico (Colpack) e Luca Sacchetti (Marchiol).

AL SUONO DELLA CAMPANA. Ottimo l’accordo tra il quartetto che prende vantaggio. Sacchetti prima del penultimo passaggio sulla Brianzola perde contatto. E’ soprattutto il comasco Orrico ha dettare il ritmo nel gruppetto di testa e anche a scollinare per primo. Al suono della campana il terzetto di testa conserva meno di 20” di vantaggio sul gruppo in forte recupero che infatti annulla il gap proprio nei primi chilometri dell’ultima tornata.

LA SPARATA NON BASTA. All’inizio dell’ultima salita verso il Gpm di Brianzola mette il turbo il bergamasco Andrea Di Corrado della Colpack che prova a scappare, ma viene raggiunto prima dello scollinamento e a passare primo al Gpm è Andrea Vaccher della Marchiol che si aggiudica anche la classifica finale dei Gpm. L’ultimo tentativo per provare ad anticipare la volata è quello di Alfredo Balloni che prova la sparata nelle ultime centinaia di metri, ma non basta.

COME UN TRENO. Da dietro arriva come un treno Matteo Collodel che vince netto e a braccia alzate sul traguardo di Castello di Brianza. Secondo Cecchin e terzo il bresciano Martinelli. Dietro Benedetti, Pacchiardo, Gaffurini e lo stesso Balloni ad impreziosire un ordine d’arrivo davvero importante come è da tradizione per questa corsa diventata ormai un punto di riferimento a livello nazionale e un orgoglio e una grande giornata di festa per tutta la comunità di Castello di Brianza.

Articolo liberamente tratto da: http://www.corrieredilecco.it/