Anche la nostra Elena Bonfanti alla festa per il 60° anniversario di fondazione dell’Atletica Lecco

Una sala gremita da atleti e ospiti illustri ha fatto da corollario ai festeggiamenti che sabato sera la grande famiglia dell’Atletica Lecco Colombo Costruzioni al NH Pontevecchio ha voluto condividere con lo sponsor architetto Luigi Colombo dell’omonima impresa di costruzioni rinomata in tutto il mondo e da 25 anni a fianco del sodalizio giallo blu, col presidente della Fidal Nazionale Alfio Gioni.

Il taglio della torta

“Questa sarà l’unica festa a cui parteciperò quest’anno, lo devo al vostro presidente e alla vostra società” ah esordito la maggior carica istituzionale della Federazione di Atletica Leggera, “ Vi seguo con affetto e so delle vostre imprese, conosco i vostri migliori atleti, quelli passati e quelli presenti a partire da Elena Bonfanti a cui auguro una lunga carriera professionale al vostro fianco dopo i successi ottenuti nel mondo dello sport, a Simone Cairoli con cui ci siamo sentiti per appianare alcune difficoltà emerse nell’ultimo periodo, a Mustafà Belghiti, fresco vincitore del titolo italiano Juniores di maratonina.  Un ringraziamento alla famiglia Colombo che da 25 anni è al vostro fianco dimostrando non solo di essere uno sponsor di prestigio ma di avere un amore particolare per l’atletica”.

Antonio Rossi

Presente Antonio Rossi, olimpionico di canoa nelle vesti di assessore allo sport della regione Lombardia, e Virginio Brivio borgomastro del comune manzoniano a cui non sono mancate anche in questa occasione le richieste per una nuova e funzionale pista di atletica,  in quanto con quella ormai fatiscente del centro sportivo non si possono più organizzare nemmeno manifestazioni provinciali ed in queste condizioni, fanno notare gli sportivi,  è impensabile continuare ad operare in modo ottimale.

Luigi Colombo e Lucia Morandi

Presente anche Oscar Campari consigliere nazionale della Fidal,  Luca Barzaghi, consigliere regionale che ha letto una lettera di auguri da parte di Gianni Mauri presidente regionale, assente per altri impegni, Gianpaolo Rivapresidente provinciale Fidal. La serata è stata condotta dall’immancabile verve del segretario sociale Maurizio Longoni che ha lasciato il microfono a Lucia Morandi, presidente del sodalizio ospitante, che ha rimarcato la storia della maggior società ormai della provincia. Nata nel lontano 1957 con la figura del prof Gianfausto Balatti a fare da traino in quei primi anni di attività, con Mario Binda per moltissimi anni segretario sociale, dai primi risultati di un certo livello col titolo nazionale Assoluto della 4x100m a Cava dei Tirreni, la nascita a Lecco nel 1996 del Centro sportivo del Bione con la tanto attesa pista di atletica.

Il tavoli delle autorità

Ma particolarmente toccanti sono state le parole rivolte ad un atleta vittima di un serio infortunio durante un allenamento “Ciascuno dei presenti sa come l’ultima stagione al di la dei risultati che non sono mancati ci abbia messo a dura prova,Simone è per noi un costante punto di riferimento come lo sono i suoi genitori, in questa grande famiglia che conta oggi 357 atleti, la nostra vicinanza e la nostra solidarietà non verranno mai meno. Lo sport è anzitutto palestra di vita e la vita è buona e cattiva sorte, non è solo un gesto formale, ma è testimonianza più vera del nostro fare squadra anche fuori dalle piste e dai campi di gare”.

Alfio Gioni e Simone Cairoli

Uno sguardo al passato con la sponsorizzazione nei primi anni da parte della Icam per una decina di anni dal 1971, a cui seguì un periodo dal 1983 sino al 1990 in cui nessuno sponsor affiancò il proprio nome alla nostra società salvo una breve parentesi da parte del Giornale di Lecco. Grazie al prof. Gianfausto Balatti si riuscì nel 1991 a coinvolgere la famiglia Colombo che ci supporta ancora dopo quasi 30 anni. Un ringraziamento ai tecnici, atleti e alle società satelliti che ci passano i loro atleti quando finita la trafila delle categorie giovanili passano alle Assolute.

Gli “azzurri”

Dopo la cena, si è passati a visionare il filmato che ha riproposto il lungo cammino giallo blu dagli inizi sino ad oggi, e dopo…spazio agli atleti che sono stati chiamati a ricevere un riconoscimento per i risultati ottenuti nella stagione, iniziando da chi nel corso del 2017 ha vestito la maglia azzurra; è toccato così a Simone Cairoli, Giacomo Proserpio, Mattia Padovani, Mattia Montini, Mustafà Belghiti, Andrea Rota, Anna Frigerio e Matteo Masetti. Dopo questo primo assaggio di premiazioni in cui gli “Azzurri” hanno ricevuto i meritati applausi, le premiazioni sono proseguite con i campioni italiani, Elena Bonfanti, Valentina Dragone, Giulia Mazzoleni, Elisa Rossi campionesse italiane Assolute 4x200m, Julian Scutareanu salto in alto Promesse, Andrea Rotacorsa in montagna Allievi e assieme a Marco Aondio campione italiano a staffetta sempre di corsa in montagna.

Lucia Morandi e Elena Fustella

Subito dopo i medagliati ai campionati italiani: Asia Lambrughi argento indoor e outdoor nel triplo Juniores, Luca Barbini argento asta juniores outdoor, Marta Ferrario bronzo 60hs. outdoor tra le Juniores , Marco Leone argento eptathlon indoor tra gli Juniores, Bianca Pizzi, Federica Lega, Gaia Gianola, Gloria Fumagalli, Amand Apie Morelle e Greta Panzeri bronzo nella 4×200 e 4×400 indoor e outdoor Allieve. Una menzione speciale per la Master Elena Fustella, autentica dominatrice nazionale con i titoli indoor degli 800/1500 e 3000 e con quelli outdoor degli 800/1500 e 3000, con quello di corsa campestre e di corsa su strada.

L’architetto Luigi Colombo

Dopo i medagliati tricolori è toccato alle medaglie regionali e ai punteggi sopra gli 800, ecco così sfilare, Samuele Nava, Andrea Monti, Marco Agliati, Mattia Castellazzi, Andrea Petazzi, Silvia Crippa, Mattia Sottocornola, Manuel Tagliaferri, Viviana Valsecchi. Per finire premiati gli atleti che nel corso della stagione hanno ottenuto il minimo di partecipazione per i campionati italiani di categoria: Pietro Piva, Mattia paini, Pietro Paquini, Christian Jacovone, Luca Sesti, Daniele Bonanomi, Michele Magni, Alessia Ippolito, Elisa Pastorelli e Nicole Acerboni.

La serata non poteva che concludersi col taglio della torta rigorosamente bianca, giallo e blu come i colori sociali e con l’auspicio di una nuova stagione ormai alle porte ricca di altrettante soddisfazioni come quella che si sta per concludere.

Alfio Giomi ed Elena Bonfanti

Al centro la signora Flavia Stefanini Binda