Nuoto, le lecchesi dominano in Italia

Ancora medaglie delle nostre nuotatrici agli Assoluti di Roma.

Sono andati in archivio nella serata di lunedì 13 agosto 2018 i Campionati Italiani di nuoto, sessione estiva, disputati allo Stadio del Nuoto di Roma. Anche nell’ultima giornata sono arrivate medaglie di prestigio per le atlete della nostra provincia, capaci di arricchire il bottino lecchese con altri due ori e altrettanti argenti.

Iniziamo dalle gare assolute, con l’oggionese Silvia Scalia grande protagonista. La portacolori del Circolo Canottieri Aniene ha completato la sua avventura tricolore vincendo il titolo italiano nei 100 dorso, nuotati in finale in 1:00.96. Vittoria mai in discussione, con Silvia avanti alle avversarie dall’inizio alla fine. Per lei medagliere finale fatto di due ori e un bronzo.

Passiamo ad Anna Pirovano, capace di vincere l’argento nei 50 rana dopo i due ori e un argento conquistati nelle giornate precedenti. La brianzola del Team Lombardia ha nuotato i 50 rana Cadette in 32.49, ottenendo il miglior tempo generale. In finale deve arrendersi per soli 4 centesimi a Roberta Calò (Centro Nuoto Torino), ma il 31.96 finale le vale comunque il nuovo primato personale. Anna è anche quinta nella 4×100 misti in 4:18.86. «Le emozioni che ho provato agli Europei settimana scorsa nuotando con i migliori atleti continentali non sono paragonabili neanche ad un tricolore giovanile, ma le quattro medaglie vinte sono comunque una bella soddisfazione» commenta Anna a fine serata.

Sorride anche Martina Ratti, Juniores della Sport Management Atleti Lombardi. La giovane promessa del nuoto lecchese ha infatti chiuso in bellezza salendo sul gradino più alto del podio nei 400 misti. Quinta dopo i primi 100 metri in 1:07.08, Martina è capace poi di guadagnare una posizione ogni 50 metri, arrivando ai 350 in testa in 4:19.87, per poi chiudere in 4:51.29 rifilando un secondo e mezzo alla seconda classificata, Alice Marini della Canottieri Baldesio. In evidenza anche la sua compagna di squadra Michela Caglio, impegnata negli 800 stile libero. Come Martina, Michela è protagonista di una gara in rimonta, come dimostra il quinto posto ai 100 metri in 1:04.22. Caglio esce poi alla distanza e a metà gara è terza in 4:25.77, chiudendo seconda in 8:54.96, alle spalle dell’irraggiungibile Giulia Salin (Team Veneto); oro in 8:36.56. Sempre la Sport Management, Ratti e Giorgia Della Torre hanno gareggiato con le compagne di squadra Rachele Regattieri e Dolores Margni alla staffetta 4×100 misti, chiusa in quinta posizione con il tempo di 4:19.70. A livello individuale Ludovica Patetta chiude la sua avventura nella capitale con il 46° posto nei 100 dorso completati in 1:08.08.

Articolo liberamente tratto da: www.laprovinciadilecco.it